Palazzo Episcopale di Astorga, da Gaudi

Il Palazzo Episcopale di Astorga è un edificio neogotico progettato dall’architetto modernista Antonio Gaudí. L’esterno del palazzo ricorda un castello (con merlature, punti panoramici e fossato), mentre l’interno assomiglia più ad una chiesa. La pietra scelta per l’esterno, il granito grigio del Bierzo, integra l’edificio nel suo ambiente attraverso un corretto contrasto con il muro e l’arenaria rossa utilizzata nella cattedrale.

Il Palazzo Episcopale di Astorga: la storia

Gaudí è stato scelto per progettare il nuovo Palazzo Episcopale di Astorga dal suo amico Joan Baptista Grau, allora vescovo della città, dopo l’incendio subito dal precedente edificio. Gaudí chiese fotografie, disegni e tutte le informazioni possibili sul sito del Palazzo per iniziare i suoi lavori. Il progetto di Gaudí era molto accurato, e i suoi sono i disegni di ogni dettaglio, compresi il vetro colorato e gli ornamenti in ceramica e pietra che si trovano in ogni angolo.

Palazzo episcopale di Astorga

Palazzo episcopale di Astorga

Una volta approvato il progetto, Gaudí si recò ad Astorga fino a dieci volte per dirigere i lavori, iniziati nel 1889; la sua buona armonia con il vescovo Grau lo portò ad essere nominato architetto diocesano. Durante i suoi frequenti viaggi in città, Gaudí si interessò ai materiali locali e lavorò personalmente con ceramisti, fabbri e altri artigiani per assicurare che il Palazzo Episcopale si adattasse al suo progetto.

La morte del vescovo Grau nel 1893 e i disaccordi tra Gaudí e il consiglio comunale portarono alle dimissioni dell’architetto; i lavori del palazzo furono sospesi per alcuni anni, e Ricardo García Guereta fu incaricato di ultimare il progetto nei primi anni del XX secolo. L’intervento di García Guereta si limitava a rifinire il piano superiore e il tetto. I lavori sono stati completati nel 1915.

Caratteristiche del Palazzo Episcopale di Gaudí ad Astorga

Il Palazzo Episcopale di Astorga ha una pianta a croce greca, e acquista volume con la sovrapposizione di una pianta quadrata e torri cilindriche agli angoli. Il fossato è uno degli elementi più singolari; era la soluzione progettata da Gaudí per fornire luce naturale nel seminterrato. Il portico all’ingresso del Palazzo e le sue tre arcate sono l’immagine più caratteristica dell’edificio, che si ispira alla Torre Eiffel. Sul lato opposto alla facciata principale, all’altezza del primo piano, si trova la cappella, terminata con un’abside e tre absidioli. Al primo e al secondo piano, grandi aperture sono decorate con vetrate colorate.

Il genio unico dell’architetto è presente in ogni dettaglio del Palazzo Episcopale di Astorga, dove si possono vedere alcuni elementi che egli utilizzerà in progetti successivi. Di particolare bellezza sono gli archi in ceramica smaltata e i numerosi capitelli di stili diversi che Gaudí stesso ha progettato per le colonne multiple del Palazzo.

Il seminterrato è il perfetto esempio di architettura neogotica ispirata all’architettura medievale. La cappella, al piano nobile, è magnifica, forse la più riuscita di tutte le sale del Palazzo; ogni dettaglio, ogni colonna, ogni vetrata colorata sono la testimonianza fedele del genio di Gaudí. La scala a chiocciola della torre nordoccidentale, la sala da pranzo o la luce che inonda l’edificio attraverso le sue vetrate colorate sono solo alcuni dei dettagli che rendono il Palazzo Episcopale di Astorga l’opera più importante di Gaudí fuori Catalogna, e la sua migliore approssimazione allo stile neogotico.

All’interno del Palazzo si trova il Museo dei Cammini, dedicato al Cammino di Santiago e dove si possono ammirare opere d’arte sacra dedicate al pellegrinaggio a Santiago de Compostela. Astorga è una delle tappe essenziali del Cammino de Santiago e molti pellegrini iniziano il loro viaggio qui.

Orari di apertura: visita al Palazzo Gaudí e al Museo dei Cammini

  • Inverno (dal 2 novembre al 15 marzo): dalle 11:00 alle 14:00 e dalle 16:00 alle 18:00.
  • Estate (dal 16 marzo all’11 ottobre): dalle 10:00 alle 14:00 e dalle 16:00 alle 20:00.
  • Durante il mese di ottobre (dal 12 ottobre al 1° novembre): dalle 10:00 alle 14:00 e dalle 16:00 alle 18:00.

Il museo resterà chiuso:

  • Tutti i lunedì (tranne agosto) e il 1° gennaio, 6 gennaio e 25 dicembre.
  • Domenica e 12 ottobre, 2 novembre e 8 dicembre pomeriggio.

Il prezzo del biglietto è di 3,50 €; si può ottenere un biglietto congiunto per vedere il Palazzo, la Cattedrale e i suoi musei al prezzo di 6,00 €. Informazioni sui prezzi aggiornate nell’ottobre 2017.

Informazione in italiano: Girovagate.

[Testo tradotto automaticamente da spagnolo]

I commenti sono chiusi