Cattedrale di Astorga

La Cattedrale di Astorga è stata costruita tra il XV e il XVIII secolo, combinando elementi gotici (navata e cappelle), rinascimentali (portale sud), barocchi (facciata principale) e neoclassici (chiostro). Le tre navate della Cattedrale di Astorga sono una lezione di storia dell’arte. Dichiarata monumento nazionale nel 1931, è una delle cattedrali più amate del Cammino di Santiago.

La facciata della cattedrale è rivolta a nord-ovest, mentre la maggior parte delle cattedrali cattoliche è rivolta a est. Il terremoto di Lisbona del 1755 danneggiò la torre occidentale della cattedrale, che fu ricostruita solo nel XX secolo. La pietra utilizzata per costruire ciascuna torre è arrivata ad Astorga a più di 200 anni di distanza l’una dall’altra e da cave diverse, per cui il contrasto di colore tra le due torri è più che evidente.

La pala d’altare principale, opera di Gaspar Becerra, è la più nota delle opere d’arte presenti nella Cattedrale. È un capolavoro del Rinascimento spagnolo e la prima pala d’altare di questo stile in Spagna. Anche la “Purísima” di Gregorio Fernández (1626), il “San Juan Bautista y San Jerónimo” di Mateo del Prado (XVII secolo), il “San José con el niño Jesús” di José de Rozas (XVII secolo) o il “Cristo de las aguas” (XIV secolo) sono pezzi che meritano una visita da soli.

Il coro della cattedrale, in stile fiammingo, è finemente intagliato in legno di noce. Ogni seggio del coro è unico e raffigura personaggi dell’Antico e del Nuovo Testamento magistralmente scolpiti. Nel coro è integrato l’organo, che viene suonato solo durante le celebrazioni solenni. Una menzione particolare meritano le vetrate della Cattedrale di Astorga, molte delle quali sono state donate negli ultimi anni da imprenditori e devoti di tutta la Diocesi; una di queste raffigura i Santi Giovanni XXII e Giovanni Paolo II.

Museo della Cattedrale di Astorga

Il Museo della Cattedrale di Astorga ospita più di 600 pezzi di arte sacra, tra cui alcune vere e proprie reliquie di oreficeria, come il Reliquiario della Vera Cruz, la cassa di San Genadio (X secolo) o un sontuoso ostensorio d’argento ornato da enormi smeraldi. Il Reliquiario della Vera Cruz è forse la più sorprendente delle opere d’arte che si possono ammirare ad Astorga; di origine francese e incastonato di pietre preziose, diversi studiosi suggeriscono che la sua origine sia templare.

Orari di visita della Cattedrale di Astorga

La Cattedrale e il suo Museo possono essere visitati dal lunedì alla domenica dalle 10:00 alle 20:30 (tranne durante le funzioni religiose). Il martedì dalle 10:30 alle 12:30 l’ingresso è gratuito (è necessario prenotarsi sul sito web per motivi di capienza).

L’orario di apertura invernale (da novembre a marzo) è dalle 10:30 alle 18:00 dal lunedì alla domenica, tranne durante il culto.

Ingresso alla Cattedrale e al Museo: 6 euro (4,5 euro per i pellegrini).

L’audioguida è gratuita ed è disponibile in italiano, inglese, spagnolo, tedesco, portoghese, olandese e francese.

Torna su